Come diventare giornalista

•25 giugno 2014 • Lascia un commento

Il titolo deve attirare l’attenzione: Se devi parlare ad esempio di un movimento di sinistra, intitola l’articolo con “Berlusconi si dichiara gay; facevo sesso con Cassano e Putin ogni venerdì sera”

L’occhiello è bene che contenga informazioni a caso e supposte; “Mi piace il cazzo”, “Puzzo di brutto”, “ho voglia di mangiare gelato emmerda”

Lo sviluppo del testo deve invece comprendere le 5 W: What? What? What? What? What? (leggetelo come lo direbbe Lil Jon in “Get Crunk”) Ossia il lettore si deve chiedere più volte come mai sta leggendo tale merda, che cazzo significa tale merda e perchè tale merda non centra nulla con il titolo.

La sezione commenti si riempirà a dismisura di analfabeti fanatici e flamer: Avete vinto.

Annunci

Guida ai Like by Iosh

•25 marzo 2014 • Lascia un commento

Viviamo in un mondo corrotto dai social network, dove sedicenti sedicenni in corpi da mignotte da urlo arrivano all’autolesione se sbugiardate, insultate o derise nel web, dove il complottismo ha raggiunto livelli oltre l’immaginabile e l’ignoranza da “cribbiolhollettosuinternetquindièvvvero!” dilaga.

Cerco di fermare questo fenomeno dal ’98; La soluzione è semplice: Portare queste persone al suicidio.

Ho quindi intenzione di spiegare come far “vincere l’internet” alle persone dal commento malevolo, fantasioso e/o flamer.

Ecco un breve elenco dei commenti in cui dovete mettere il pollice in sù:

– Porco dio
– Siete tutti delle merde
– Sì, sei sola perchè fai schifo a tutti.
– Vi impaglierei come gli animali che caccio, animalisti di merda.
– La tua mammina mi succhia il gimbello.
– Le scie chimiche esistono, ma la colpa è tua che non ti lavi il culo.

Mi piacerebbe vedere più di questi commenti al top dei vari post che compongono l’internet. L’internet va reso bello, e spesso sono proprio i commenti delle persone che lo rendono tale.

Buona morte figli di troia.

Vedoquellochevoglio

•2 luglio 2013 • Lascia un commento

Ciao a tutti, sono vegano e non mangio gli animali perchè vengono sfruttati e tenuti in gabbia per i nostri comodi.

Ah… Vi sto scrivendo da un Laptop i cui componenti sono stati costruiti alla Foxconn, dove ogni mese un impiegato si suicida per le pessime condizioni di lavoro, gli orari sovraumani e lo stipendio basso.

Peccato che gli esseri umani non siano pucci pucci come gli animali. Vero?

Sfogo del porco dio

•11 aprile 2013 • Lascia un commento

Sapete che dio può raggiungere dimensioni suine del diametro del sole? Il più grande porco dio della storia dei maiali del dio cane. Sapevatelo!

Welcome Ernia Iatale

•13 febbraio 2013 • Lascia un commento

Dottore: Stefano dovresti smettere di Bere alcolici, fumare e bere caffè.

Io: Ok, escludiamo tutte le festività, i venerdì, i sabati e le domeniche, giorni in cui mangio e bevo ciò che mi pare. Mi impegnerò nel bere solamente 2 caffè al giorno, escluso il lunedì… Il lunedì non puoi limitarlo.
Escludiamo inoltre le giornate in cui sono particolarmente intento al suicidio.

Dottore: Mah… Non ci siamo (si accende una Camel, io mi rollo una tabaccata)

Io: Non vorrà mica avermi sulla coscienza! Giornali che titolano: “Ragazzo si suicida, se avesse potuto bere un caffè seguito da una sigaretta probabilmente non lo avrebbe fatto”. *sbuffa del fumo bianco*

Dottore: Si…

Io: Diciamo poi che… Nei giorni in cui accade qualsiasi cosa giudicata da me come “celebrabile”, posso fare tutto… Compreso il buttare giù una Tachipirina con un Oki sciolto nel vino.

Dottore: Bravo, gli effetti collaterali non esistono.

Io: Lo dicevo io, sono per le checche.

Come non presentarsi ad una che ti moriva dietro ed ora è figa

•9 dicembre 2012 • Lascia un commento

Ciao, adesso fumo, bevo, ho spesso pensieri suicidi e vorrei ammazzare chiunque: Scopiamo?

Ho fatto bere un Teletubbies dal mio bicchiere

•3 novembre 2012 • Lascia un commento

Non importa quanto tu sia molesto o immorale, l’importante è ordinarne un altro.