Sempre infelici

La nostra vita è un continuo oscillare tra la felicità e l’infelicità, il problema è che i periodi di infelicità duran molto di più degli opposti. Prendiamo l’esempio di una persona media.

Jhon svolge un lavoro normale, che gli occupa 7 ore al giorno, per raggiungere l’ufficio impiega 1 ora, tra andata e ritorno, aggiungiamoci un ora dedicata ai pasti (in cui comunque chiacchiera) e 10 ore di sonno. Un totale di 19 ore giornaliere dedicate a ciò che è obbligato a fare.

Mettendo caso che abbia anche una moglie ed un figlio la sua vita è un inferno. Sia chiaro, non è che la famiglia sia l’inferno, ma questa persona dovrà pur avere dei momenti per fare ciò che ama fare.

Approssimativamente Jhon disperde 19 ore al giorno, che sono 570 ore al mese (quasi 24 giorni), che sono 285 giorni l’anno!

Jhon vive 80 anni, 22’800 giorni sprecati, facciamo un 17’000, non vorrei privarlo delle emozioni che regala l’andropausa, la prima eiaculazione o l’attaccamento alle ghiandole mammarie!

Il risultato è questo ENORME spreco di tempo che ci accompagnerà fino alla morte.

Se fossimo tutti immortali, oppure già morti, non avremmo di questi problemi.

Chiudo con una citazione “La felicità è come l’elemosina gettata al mendico. Gli permette di vivere oggi per prolungare il suo dolore l’indomani”

Annunci

~ di joshthemajor su 20 giugno 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: