Malato

E sei lì…Di fronte a quella bocca bianca, in ceramica, con dentro dell’acqua. Stai malissimo, e continui a cambiare posizione, e sai perfettamente quanto sia inutile, quanto la tua postura non influisca sul malore che provi, ma sai anche che succederà. Non sai nemmeno tu il perchè ma sei quasi convinto che passerà comè venuto, che tornerà come prima. Ti ributti verso quella voragine candida, non sembra che tu la riconosca, e appare addirittura che sia in movimento. Tutto non rimane al suo posto nemmeno per un secondo. Così ti rialzi in piedi, fai qualche passo sul posto prima di riuscire a diriger l’equilibrio verso il muro sporco, sul quale senza problemi ti ci appoggi. Rimbomba dentro di te il rumore del tuo corpo quando viene a contatto con la parete, e senti che ogni particella attutisce il colpo, prima di tornare in completa confusione e farti nuovamente percepire quel viaggio. Stai veramente da cani, ti chiedi perchè l’hai fatto, e magari ti riprometti ancora che non succederà più…già, come l’ultima volta. Ora ti volti, vedi il lavandino con sopra uno specchio, e ti guardi, ti guardi di nuovo prima di sorridere, perchè sì, sei ridicolo, ci sei ricascato di nuovo. Poi decidi, ti guardi, il medio e l’anulare, li fai lentamente scomparire dentro la tua bocca affacciandoti per l’ultima volta in quel sudicio cesso.

L’alcol può portare fantastiche esperienze.

Annunci

~ di joshthemajor su 8 ottobre 2007.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: